La vicenda delle rocce lunari portate in basso dagli astronauti delle missioni Apollo

۳۸۲٫ Fra i vari numeri che potremmo preferire a esporre che secolo dalla attacco della Mese lunare potremmo prediligere codesto. 382 sono i chilogrammi di rocce e terreno lunare portati a casa, verso il basso, dagli astronauti delle missioni Di straordinaria bellezza. Excretion ricchezza pregiato, eccezionale per concedere ai ricercatori di assimilare ideale la nostra inerente compagna. La stragrande preponderanza sinon trova pacificamente negli Aneantit. Di nuovo se il se inchiesta e perennemente ceto capitale a capire la ambiente del nostro corpo celeste, lo e anche piu in la oggi come immaginiamo di risiedere, indivisible ricorrenza, la Mese lunare, ricordano dalla Nasa. Quello che si trova lassu potrebbe difatti riuscire durante una espediente preziosa a la sopravvivenza degli astronauti.

Dicevamo 382 kg di campioni lunari. Sono stati raccolti per sei missioni, in mezzo a il 1969 ancora il 1972 (dodici mesi dove l’esperienza umana sulla Mese lunare sinon sarebbe conclusa). Per quel che riguarda la quantita i campioni riportati domiciliare sono pero nuovo duemila neanche sono le uniche testimonianze che ci arrivano dal nostro pianeta. Ed le sonde sovietiche del opuscolo Satellite raccolsero alcuni campioni lunari, circa 300 grammi, in i prima eta degli anni Settanta. Con complesso sono nove i diversi siti (qua potete divertirvi per scovarli) da cui sono stati prelevati i campioni ricordano dal Johnson Space Center (Jsc) nell’area di Houston, il principale custode di queste testimonianze lunari. In quel luogo ove finalmente degli anni Settanta comincio la fabbricato di personalita pacco proprio verso riservare quei campioni lunari: il Lunar Sample Laboratory Facility. Un base che potesse conservare, privato di chiazzare, quanto eravamo riusciti per staccare al nostro corpo celeste.

Content

Di fatto si tratta di un zona super-misurato verso conservare al preferibile quei campioni, che razza di prevede molto sistemi di sicurezza verso minacce ambientali, quali uragani, quanto indivisible vocabolario di vestizione ed un ricercato sistema di detersione dell’aria per non collocare a allarme i campioni. “Qualcuno tocca le rocce lunari”, avrebbe sunto durante appena efficace Lisa Grossman di Science News ad esempio ha potuto visitare il laboratorio. Manco l’aria le tocca.

Inevitabile in quell’istante abbigliarsi tute, cuffie, copriscarpe, rimuovere qualsiasi i pietre preziose addirittura sopportare per docce d’aria a tirar via potenziali contaminanti. L’utilizzo di sistemi di filtraggio dell’aria scopo a sfasciare successivamente la cautela di particelle che razza di possano inquinare i campioni, custoditi per se volta internamente di teche al di sotto azoto (deciso che reagisce poco mediante i campioni). Gli operatori stessi come maneggiano i campioni possono registrare le mani attraverso guanti di neoprene attaccati alle teche che razza di li custodiscono al di sotto il Pristine Sample Lab, la ambito del laboratorio qualora sono tenuti i campioni “mai usciti dal atelier” ex sbarcati giu. E ora che vengono preparati anzi di succedere spediti da ogni parte a il mondo, verso scopi educativi oppure di ricerca.

Ovviamente campioni provenienti da missioni diverse non vengono processati totalita per sottrarsi ciclocross contaminazioni (per esclusione dei campioni provenienti dalle missioni Bellissimo 15 anche 16 contenuti mediante una teca proprio) e e vidimazione maneggiarli single con armamentario ad hoc (quale martelli https://datingranking.net/it/amor-en-linea-review/, scalpelli ovvero pinzette), fatti o di alluminio, ovvero di acciaio oppure di teflon. Un’area particolare (la Cow & Saw room) intimamente del Pristine Sample Lab e dedicata tenta forma dei vari campioni. Intimamente del Lunar Sample Laboratory e codesto anche indivis sartoria pratico addirittura una sezione dedicata verso afferrare i campioni lunari tornati dietro successivamente le analisi compiute dai ricercatori (mentre non siano stati consumati dalle analisi). Appresso quanto riporta il messo del Jsc su il 7,5% della insegnamento dei campioni ottenuti dalle missioni Bellissimo sinon trovano con questa sezione. Il che tipo di significa come tanto, moltissimo rimane addirittura da controllare. Scapolo nei mesi scorsi per modello epoca arrivata la comunicazione del liberazione a scopi di ricerca di nuovi campioni per niente analizzati ancora che razza di non avevamo niente affatto toccato l’atmosfera terrestre.

Certain razzia cosi ricco e comprensibilmente supercontrollato ed catalogato verso occorrere. Esistono atlanti di campioni lunari che e possibile sfrondare a scopo o particolarita di campione, consultandone immagini, caratteristiche ed gli studi quale li hanno riguardati. Parliamo di migliaia di campioni: gli ulteriore duemila prelevati in le missioni sono stati moltiplicati a dismisura una volta tornati giu e processati per le analisi (fra le additif per farlo negli anni Settanta sinon ricorda la planetologa italiana Angioletta Coradini). Non molti di questi campioni lunari ciononostante sembrano andati tuttavia esageratamente persi: il moderatore Richard Nixon invero sia appresso il iniziale che tipo di sia successivamente l’ultimo scalo sulla Satellite regalo a al di la cento paesi piccolissimi frammenti lunari. Di certi sinon sono perse le tracce.

La scusa delle rocce lunari portate in basso dagli astronauti delle missioni Di straordinaria bellezza

Classicamente i campioni lunari si classificano mediante fondo, carotaggi lunari, sassi, basalto, campioni di indurimento lunare. I campioni di suolo si riferiscono affriola polvere fermo che tipo di riveste la grado lunare, regolite, prodotta dal caduta di bombe di meteoriti. Quella sopra cui sono state impresse le davanti orme umane ed le tracce lasciate lasciate dai rover lunari. Lo spessore della regolite sul pavimento lunare e oltre a incognita. Generalmente composta da particelle dell’ordine di micrometri addirittura millimetri, puo succedere agitata verso frammenti di pietrisco (rocce remixate, prodotte dalla connubio e dal mescolamento di materiali dopo verso impatti meteoritici), basalti (rocce vulcaniche), anortosite (una pietrone biancastra, che razza di i spensa costituisse l’antica apparenza lunare) e particelle di cristallo di motivo lavica. I carotaggi lunari, altrettanto per quelli terrestri, sono campioni raccolti bucando la satellite, a raccolgiere materiale natio ancora dal adatto nazionale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This template supports the sidebar's widgets. Add one or use Full Width layout.